Atti vandalici su quattro bus di Autolinee Toscane

VandalismoAT (1)FIRENZE, 15 Novembre 2019 – Atto vandalico contro quattro bus di Autolinee Toscane. È successo questa notte a Dicomano, in un parcheggio sulla SS67 in località Borghetto, dove ignoti hanno imbrattato alcuni mezzi di Autolinee Toscane che solitamente sostano nell’area di parcheggio, per iniziare il servizio fin dalle 4 del mattino, con la prima corsa della giornata. Continua a Leggere

AT invia 500 lettere per ricordare impegni e vantaggi

ComunicatoFIRENZE, 2 NOVEMBRE 2019 – Autolinee Toscane (AT) ha inviato oltre 500 lettere a tutti gli stakeholders della Toscana, dai rappresentanti delle istituzioni – assessori e consiglieri regionali, presidenti di provincia e sindaci, parlamentari ed europarlamentari – alle associazioni di categoria ed organizzazioni sindacali.Con l’obiettivo di:
• ricostruire le tappe e i contenuti relativi alla gara per la gestione del trasporto pubblico su gomma in Toscana;
• ricordare i vantaggi che questa gara produrrà per gli utenti, i lavoratori e per le istituzioni;
• illustrare gli impegni che AT – l’azienda che ha presentato al migliore offerta, aggiudicandosi la gara – adotterà per migliorare il servizio, investendo in toscana più di 550 milioni di euro e garantendo a tutti i dipendenti il mantenimento del posti di lavoro.

Vorremmo – dice Bruno Lombardi, Presidente di AT – riportare un po’ di chiarezza su questa vicenda. Da tempo e con sempre maggiore frequenza si leggono notizie parziali, con molte omissioni e ingiustificati toni allarmistici. Un po’ più di serietà e di coerenza con gli impegni sottoscritti aiuterebbe a gestire questo impegnativo passaggio, qualunque sia la sua conclusione. Aggiungo: in attesa delle decisioni del Consiglio di Stato non guasterebbe anche un po’ più di tranquillità, visto che nessuno ha intenzione, né vuole compiere atti irreversibili, né danneggiare gli attuali gestori”. Continua a Leggere

Intervista a Bruno Lombardi, Presidente di AT: “Porterò bus nuovi in tutta la Toscana”

laRepubblica-29102019la Repubblica – Firenze; 29 Ottobre 2019 – di Ilaria Ciuti –  Intervista al presidente di Autolinee Toscane

Un biglietto unico del bus per tutta la Toscana, lo compri a Firenze e lo usi a Livorno. Una super tecnologia che informa in tempo reale i passeggeri. Investimenti per 550 milioni, bus nuovi non solo a Firenze ma in tutta la regione. Sono solo alcuni dei vantaggi che Bruno Lombardi, presidente di Autolinee Toscane (AT, al100% del gigante francese Ratp) assicura a proposito del servizio bus sull’intera Toscana che si prevede inizi a gennaio. Ne sarà titolare At, vincitrice della gara regionale, cui muove guerra il perdente Mobit (tutte le aziende toscane tra cui fa la parte del leone Busitalia di Ferrovie, che guida Mal). Una sfida a suon di ricorsi, ultimo e fondamentale quello al Consiglio di Stato di cui si sta aspettando sentenza. At-Ratp si è stancata e ha spedito ieri 412 lettere ad altrettanti i stakeholders toscani. Continua a Leggere

GARA TPL – Lettera di Autolinee Toscane

LetteraGentile,
com’è noto lo scorso 3 maggio la Regione ha attribuito l’assegnazione definitiva della gara per la gestione del Tpl ad Autolinee Toscane (AT).

Aggiudicazione attribuita in applicazione delle normative vigenti e confermata prima dal Tar e poi dalla Corte di Giustizia dell’Unione Europea (CdGUE) nel marzo di quest’anno. Manca l’ultimo pronunciamento, quello del Consiglio di Stato, previsto entro novembre. Nel frattempo, diversamente da quanto viene dichiarato sulla stampa, nessun atto irreversibile sarà compiuto, né da AT né dalla Regione.

Tutto ha avuto inizio nel 2012 quando la Regione decise di avviare questa gara, vinta da AT grazie ad un’offerta migliore, che contiene impegni considerevoli in grado di migliorare il servizio nell’intera regione, con vantaggi per gli utenti, lavoratori e istituzioni.

AT investirà in Toscana più di 550 milioni di euro che consentiranno di:
• acquisire l’attuale parco di bus e di investire nell’acquisto di nuovi mezzi per un servizio più confortevole e meno inquinante;
• acquistare tutti gli immobili necessari: officine, depositi, uffici, stazioni bus, adattandoli alle normative;
• acquisire nuove tecnologie per migliorare la sicurezza e potenziare le informazioni ai viaggiatori. Continua a Leggere

Ai francesi di Ratp la gestione bus toscani (Sole 24 Ore)

Sole4-5-2019Il Sole 24 Ore – 4 maggio 2019 – Dopo tre anni e mezzo di battaglia giudiziaria, la Regione Toscana ha aggiudicato ieri in via definitiva la gara europea da 4 miliardi di curo per la gestione dei bus urbani e extraurbani sul territorio regionale (io o milioni di chilometri all’anno per u anni) ai francesi di Ratp, il gruppo che si occupa del trasporto pubblico nell’area di Parigi […] Leggi tutto l’articolo

Trasporti: in Toscana servizio affidato ad Autolinee Toscane (ANSA)

ansa-700x366-precomposed(ANSA) – FIRENZE, 3 MAG – Pubblicato oggi il decreto di assegnazione ad Autolinee Toscane spa, azienda del gruppo francese Ratp, della gara unica regionale per il servizio di tpl su gomma in tutta la Toscana. La Regione, spiega una nota, ha decretato l’affidamento del servizio nel rispetto e in attuazione della sentenza della Corte di giustizia europea dello scorso 21 marzo, nonchè in attuazione dell’accordo firmato dalla Regione, At e Mobit (consorzio concorrente nel bando di gara) a dicembre 2017, in coincidenza con la stipula del contratto-ponte di due anni, in vigore fino al 31 dicembre 2019, che affidava la gestione del servizio di tpl in via transitoria. Tuttora aperto un contenzioso davanti alla giustizia amministrativa: a ottobre fissata l’udienza del Consiglio di Stato. La base di gara per il trasporto pubblico locale su gomma in Toscana è pari a 2,77 miliardi di euro per 11 anni di servizio. A questo si aggiungono 190 milioni circa per l’acquisto di nuovi mezzi. Il valore complessivo della gara, con i ricavi da biglietti e abbonamenti, è pari a circa 4 mld.

La Corte europea dà il via alla cordata di Autolinee Toscana (Il Tirreno)

Tirreno22-3-19 Il Tirreno – 22 marzo 2019 – di Samuele Bartolini – Autolinee Toscane 1 – Consorzio Mobit 0. Ieri i magistrati della Corte di giustizia europea hanno deciso. La partita a suon di carte bollate per aggiudicarsi la gara del trasporto pubblico locale l’ha vinta Autolinee Toscane. Tutto regolare per la corte del Lussemburgo. Autolinee Toscane ha vinto in maniera lecita la gara del 2016. Il fatto che sia partecipata dalla francese Ratp non è un motivo valido per escluderla. E la Regione potrebbe già affidare la torta da 4 miliardi di euro per 11 anni di servizio “tpl” ad Autolinee Toscane. […] Leggi l’articolo

Lombardi (Autolinee) “Dimezzeremo l’età dei mezzi usati in Toscana”

Lombardi-Repubblica-22-3-19la Repubblica – 22 marzo 2019 – di Ilaria Ciuti – INTERVISTA A BRUNO LOMBARDI, PRESIDENTE DI AUTOLINEE TOSCANE – “La Corte di giustizia europea ci riconosce tutti i requisiti per partecipare alla gara del trasporto pubblico toscano“, registra, soddisfatto, Bruno Lombardi, presidente di Autolinee Toscane (AT), l’azienda di Ratp che ha avuto l’aggiudicazione provvisoria dalla Regione.
Dunque se ora la Regione non vi desse l ‘aggiudicazione definitiva chiedereste i risarcimenti , come si dice?
«Il problema non esiste. La sentenza europea è cristallina, conferma quanto già espresso dal Tartoscano nell’ottobre 2016 come la serietà e la correttezza di questa gara.  Adesso si può solo dare seguito agli atti previsti, sottoscritti e concordati da tutti gli interessati, vedi l’articolo 4 del contratto ponte in atto che prevede l’aggiudicazione dopo la sentenza europea”. Leggi l’intervista…

L’ Ue dà ragione ai francesi servizio pubblico verso AT (la Repubblica – Firenze)

laRepubblica22-3-19 la Repubblica Firenze – 22 marzo 2019 – di Ilaria Ciuti – La sentenza numero C-350/17 della Corte di giustizia europea è arrivata ieri e dà ragione alla Regione: la concessione provvisoria del servizio di trasporto pubblico su gomma (tpl) sull’intera Toscana data nel 2015 e confermata nel 2017 dalla Regione a Autolinee Toscane (al 100% del colosso francese dei trasporti, Ratp) non ha secondo la normativa europea nessun vizio. In base a questa sentenza la Regione potrebbe procedere subito all’aggiudicazione definitiva. Leggi l’articolo