“Tpl ai francesi, nessuno stop. Enormi benefici per la Toscana” (La Nazione)

RASSEGNA-STAMPA La Nazione – 31 Maggio 2020 – di Luigi Caroppo – […] la Regione tira dritto. Anzi di più: mette la quinta ai bus del nuovo Tpl, il trasporto pubblico locale. Vuole portare a termine l`assegnazione ad Autolinee Toscane (guidate da Ratp, la società francese che ha vinto la maxi gara da 4 miliardi) cancellando al più presto “l`obbligo di servizio” che costa alle casse pubbliche e non dà ancora il definitivo stop al passaggio tra vecchia gestione (le aziende locali storiche come Cap e Copit riunite in Mobit) alla nuova. Della serie `la magistratura vada avanti`, ma entro giugno ci sarà la firma tra Regione Toscana e Autolinee Toscane perché dal punto di vista amministrativo è tutto a posto come le recenti sentenze dimostrano. E da luglio il trasporto in mano ad un unico gestore sarà realtà. Ne è profondamente convinto l`assessore alle Infrastrutture Vincenzo Ceccarelli, che sa a memoria il contratto di rete fino all`ultimo paese della Lunigiana tante le volte che si è occupato del Tpl. Leggi l’intervista a Vincenzo Ceccarelli

Comments for this post are closed.