Trasporti: avv. Corte Ue, ok gara con Autolinee Toscane (ANSA.it)

Ansaa

BRUXELLES – Nessuna disposizione del regolamento comunitario sui servizi pubblici di trasporto di passeggeri impedisce l’aggiudicazione tramite gara di un contratto ad Autolinee Toscane.

Quando l’amministrazione procede con una gara, deve aprirla a tutti gli operatori. E’ il parere (non vincolante) dell’avvocato generale della Corte di giustizia Ue, Henrik Saugmandsgaard.

Le conclusioni dell’avvocato riguardano la causa dell’impresa di trasporti Mobit, che ha impugnato l’aggiudicazione definitiva alla società della concessione in Toscana del trasporto pubblico locale. Secondo Mobit, Autolinee Toscane avrebbe dovuto essere esclusa dalla gara in virtù della normativa comunitaria del 2007 che regola i servizi pubblici di trasporto, in quanto la società è controllata dalla Régie Autonome des Transports Parisiens (Ratp), beneficiaria di una concessione statale francese e quindi già avvantaggiata, in termini di concorrenza, in un altro Stato.

Autolinee Toscane ha presentato a sua volta un proprio ricorso per ottenere l’esclusione dell’offerta depositata da Mobit. Il Tar della Toscana ha accolto entrambi i ricorsi e il Consiglio di Stato, davanti al quale entrambe le società hanno fatto appello, si è rivolto alla Corte di giustizia.

L’avvocato spiega che il regolamento del 2007 stabilisce due regimi transitori che esonerano totalmente o parzialmente gli affidamenti di trasporto pubblico passeggeri dalla necessità di rispettarlo. Infine, secondo l’avvocato, quando l’amministrazione intende procedere con gara deve aprirla a tutti gli operatori.

Comments for this post are closed.