Autolinee Toscane: Sì al Contratto-Ponte

48-autolinee-toscana-autobusFirenze 28 dicembre 2017 – “Abbiamo detto Sì al Contratto-Ponte perché così si esce dall’incertezza e si migliora il servizio con benefici per tutti, dagli utenti ai dipendenti”. Questo il commento del presidente di Autolinee Toscane (AT), ing. Bruno Lombardi sul Contratto-Ponte del Tpl toscano che sarà firmato domani presso la sede della Regione Toscana tra gli attuali Gestori del servizio, One, AT e la stessa Regione. Contratto che consentirà agli attuali Gestori di operare fino al 31 dicembre 2019.

“È un accordo utile – spiega il presidente di AT – perché sblocca una situazione precaria migliorando il servizio. Il Contratto-Ponte prevede una gestione unificata del servizio nell’intera regione, impegna gli attuali Gestori a realizzare investimenti per nuovi bus, tecnologie, strutture oltre a potenziare l’informazione agli utenti. È quindi un accordo utile per tutti – prosegue Lombardi – per i toscani che usano il bus, per i dipendenti del settore, ed è utile anche per l’azienda a cui sarà aggiudicata la gestione definitiva del Tpl che erediterà un servizio meno precario”.

Il Contratto-Ponte affida, fin dal 1° gennaio, il servizio del Tpl ad un unico gestore, chiamato a garantire un servizio omogeneo su tutta la Regione, a realizzare una serie di investimenti per ammodernare il servizio e per la messa a norma di alcuni impianti, ciò darà una prospettiva positiva al posto di lavoro dei 5mila dipendenti. In cambio, il gestore unico che include gli attuali gestori, riceverà dalla Regione finanziamenti certi oltre a beneficiare anche di un ritocco alle tariffe. Alla Regione spetta il compito di svolgere un rigoroso controllo del rispetto degli impegni sottoscritti e di applicare penali in caso di inadempienze.

“Abbiamo dato il nostro assenso – conclude il presidente di AT – perché, in attesa del pronunciamento della Corte di giustizia europea che dovrebbe sbloccare l’esito della gara (atteso per l’estate 2018), tutto ciò che serve a migliorare il servizio è cosa positiva. Con l’arrivo di 200 nuovi bus, e con un miglioramento della manutenzione di quelli già in esercizio gli utenti avranno più comfort, ci saranno meno guasti e anche meno inquinamento”.

Scarica il comunicato stampa

Dal 15 settembre tre nuovi bus per la circolare di San Giovanni Valdarno

Sindaco, assessore e Ad di Autolinee Toscane davanti ad un nuovo mezzo
Sindaco (a sinistra) stringe la mano a Jean-Luc Laugaa, Ad di Autolinee Toscane. Presente anche l’assessore all’istruzione.

SAN GIOVANNI VALDARNO – Tre nuovi bus per il trasporto pubblico di San Giovanni Valdarno. Con l’avvio del nuovo anno scolastico il servizio urbano della città si arricchirà di tre nuovi mezzi, moderni, accessibili e confortevoli, consentendo a tutti i cittadini e studenti di spostarsi in modo più comodo.

I mezzi, acquistati da Autolinee Toscane grazie ad un investimento di circa 370 mila euro, saranno di colore bianco, con in evidenza i loghi caratteristici, svolgeranno il servizio sia per le scuole dell’infanzia che quelle di gradi superiori e faranno anche il servizio di trasporto urbano, la linea circolare, già in funzione dall’inizio di luglio. Continua a Leggere

Gara Tpl: PIENA FIDUCIA NELLA CORTE DI GIUSTIZIA

Schermata 2017-05-31 alle 18.14.54 Firenze, 30 maggio 2017 – “Abbiamo totale fiducia nella Corte di Giustizia Europea e speriamo in una soluzione rapida che permetta ai viaggiatori di beneficiare di un servizio di qualità”.

Questa la reazione a caldo di Bruno Lombardi, presidente di Autolinee Toscane (AT) appena letta l’ordinanza del Consiglio di Stato con cui chiama in causa la Corte di Giustizia Europea (CGUE) sull’esistenza dei requisiti di partecipazione alla gara regionale per la gestione del Tpl, aggiudicata provvisoriamente lo scorso marzo ad AT, azienda del gruppo francese Ratp.

Il Gruppo RATP si è rigorosamente conformato al diritto comunitario, e le sue attività si inscrivono in un quadro normativo che addirittura anticipa gli obblighi europei di apertura alla concorrenza dei contratti di servizi di trasporto pubblico” continua Lombardi. Continua a Leggere

Francia: la Presidente di Ratp nominata Ministro dei trasport

elisabeth_borne FIRENZE, 18 Maggio 2017 – “Auguri e buon lavoro Madame le ministre” sono le parole contenute nel telegramma partito ieri da Firenze con destinazione Hotel Matignon, sede del governo francese.

Un messaggio indirizzato al nuovo responsabile dei trasporti nel governo Macron, guidato dal premier Edouard Philippe.

Elizabeth Borne, 56 anni, ingegnere, da due anni alla guida del gruppo Ratp, la multinazionale francese specializzata nella gestione dei servizi di trasporto pubblico (treno, bus, tramvia e metrò), presente in 15 Paesi del mondo sarà il nuovo ministro dei trasporti e della transizione ecologica.

Continua a Leggere

Furto nella sede di Autolinee Toscane

Schermata 2017-03-23 alle 10.16.18

BORGO SAN LORENZO, 20 MARZO 2017 – Furto nella sede di Autolinee Toscane a Borgo San Lorenzo. Questa notte alcuni malviventi si sono introdotti nella sede dell’azienda che gestisce il trasporti pubblico nell’area fiorentina, hanno scassinato la cassaforte e rubato oltre 3.000 euro insieme ad alcuni assegni.

Ad accorgersi del furto un dipendente dell’azienda all’apertura degli uffici. Immediatamente chiamato i Carabinieri che, durante la mattina, hanno effettuato i rilievi necessari per ricostruire l’episodio e risalire ai responsabili.

Continua a Leggere

Tpl in Toscana: grosse potenzialità di crescita (Indagine Ipsos)

Schermata 2017-03-14 alle 16.00.44FIRENZE, 14 Marzo 2017 – I toscani non sono soddisfatti del servizio di trasporto pubblico locale. Desiderano più corse, più controlli sull’evasione, nuovi e confortevoli bus, maggiore puntualità, più informazioni. E sono certi che con il gestore unico il servizio migliorerà.

Questo il quadro che emerge dall’indagine Ipsos commissionato da AT (Autolinee Toscane), azienda che ha vinto la gara per la gestione unica del Tpl, a cui proprio ieri la Regione ha confermato l’aggiudicazione provvisoria. Continua a Leggere

Gara Tpl: Aggiudicazione provvisoria ad AT

Schermata 2017-03-13 alle 19.56.27FIRENZE, “È una conferma”. Questo il commento di Bruno Lombardi, presidente di AT (Autolinee Toscane) alla decisione della Regione Toscana con cui ha annunciato – prosegue Lombardi – “che la nostra offerta è la migliore, la più conveniente per la Regione e per gli utenti e che il nuovo Pef presentato è ben fatto e offre tutte le garanzie per la realizzazione degli investimenti previsti (563 milioni)”.

A dire il vero siamo sempre stati fiduciosi – continua Lombardi – tant’è che non abbiamo mai smesso di lavorare per preparare al meglio il subentro, l’avvio della nuova gestione”.

Proprio a questo scopo AT ha, proprio di recente, commissionato ad Ipsos un’indagine per conoscere l’opinione dei toscani sul funzionamento dell’attuale servizio, per conoscere le criticità e le richieste di miglioramento. “Tutti aspetti – conclude il Presidente di AT – che ci aiuteranno ad organizzare un servizio migliore, affidabile, attraente e competitivo”.

Si informa che gli esiti di questo sondaggio saranno illustrati domani, alle

ore 11.15, presso l’Hotel Baglioni (Piazza Unità d’Italia – Firenze)

con la partecipazione di:

– Ing. Bruno Lombardi (presidente di AT)

– Ing. Jean Luc Laugaa (amministratore delegato di AT)

– Dott. Nando Pagnoncelli (presidente di Ipsos)

Scarica il comunicato in PDF

Tpl, la gara regionale va avanti. Nessuna sospensiva dal TAR

home-480x340 FIRENZE, 9 FEBBRAIO 2017 – Il TAR respinge la richiesta di sospensiva che Mobit aveva presentato con l’obiettivo di annullare la richiesta della Regione, rivolta ai due concorrenti della gara regionale per la gestione del Tpl.

Questa mattina il Tribunale amministrativo regionale ha emesso un ordinanza con cui accende il disco verde alla gara regionale consentendo a Mobit ed Autolinee Toscane (AT), di presentare i nuovi Piani Economici Finanziari (PEF), come richiesto dalla Regione Toscana.

“E’ una decisione annunciata – commenta Bruno Lombardi, presidente di AT- coerente con la sentenza del Tar dello scorso ottobre. Una decisione importante per uscire dall’impasse dei ricorsi e ricorsi che hanno il solo obiettivo di rinviare ogni decisione e prolungare la gestione di Mobit che ogni mese costa alle casse regionali 650mila euro in più. Impedendo così ad AT, che ha vinto la gara, di subentrare nella gestione. Siamo pronti a presentare il nuovo PEF nei termini che la Regione ci indicherà”.

L’ordinanza del Tribunale Amministrativo Regionale permette quindi di procedere, anche in attesa della valutazione da parte del Consiglio di Stato, che ha già fissato l’udienza per il prossimo 6 aprile.

“La questione passerà ora all’attenzione del Consiglio di Stato, chiamato in causa dal ricorso di Mobit, cui è affidata l’ultima parola – conclude Lombardi – Siamo tranquilli e certi che in quella sede saranno riconosciute le ragioni di chi ha vinto questa gara, di chi ha presentato un’offerta corretta nel rispetto delle normative in vigore e, soprattutto, quella più vantaggiosa con tutte le garanzie per la realizzazione degli investimenti necessari a migliorare i servizi e per la tutela del personale”.

Scarica il Comunicato in PDF