Il TAR respinge di nuovo un ricorso di Mobit contro AT (La Repubblica)

2020-03-20-LaRepubblicaE tre. Dopo la Corte di giustizia europea e il Consiglio di Stato che già avevano dato ragione alla Regione e a Autolinee toscane (al 100% di Ratp), il Tar della Toscana respinge il nuovo ricorso di Mobit (presentato nell`ottobre 2019 e discusso all`udienza del 26 febbraio scorso) contro l`aggiudicazione della gara regionale del trasporto pubblico locale (Tpl) ad At, deliberata con il decreto dirigenziale della Regione numero 6585, datato 19 aprile 2019 e pubblicato in data 3 maggio 2019. Continua a Leggere

Ratp vince al TAR. “Nessuna violazione nella gara pubblica” (Corriere fiorentino)

2020-03-20-CorrierefiorentinoCorriere fiorentino – 20.03.2020 – di Marzo Fatucchi – Mobit perde di nuovo al Tar ma i tempi per il nuovo servizio bus a guida francese si allungano. Il consorzio di imprese locali che aveva partecipato alla gara per il trasporto pubblico su gomma, vinto da Autolinee toscane, dopo essersi visti respingere i ricorsi al Tar ed al Consiglio di Stato contro l`assegnazione della gara, ha perso anche un altro, forse davvero l`ultimo ricorso, che aveva presentato ai giudici amministrativi toscani, per impedire l`affidamento del servizio ai concorrenti della partecipata francese. Mobit è il consorzio di cui è capofila Busltalia Sita Nord (cioè Ataf, ora nella mani di Ferrovie), e vede tra i soci Ctt Nord, Tiemme spa, la pratese Cap, Copit, Trasporti toscani e la lombarda Autoguidovie. [Leggi tutto l’articolo]

Tpl, dal 1° giugno il servizio passa ad Autolinee Toscane

Cap nuovi bus Prato MontecatiniSarà il 1° giugno 2020 il primo giorno della nuova gestione del trasporto pubblico locale su gomma in Toscana. Con una delibera approvata all’unanimità dalla Giunta, la Regione Toscana ha stabilito che il nuovo contratto di servizio con l’affidamento a lotto unico regionale all’azienda Autolinee Toscane (di proprietà della francese Ratp) avrà efficacia dal 1° giugno 2020 al 31 maggio 2031. Il contratto di servizio sarà firmato a breve.

Abbiamo deciso di proseguire con la massima celerità per dare attuazione alla gara – ha spiegato l’assessore a trasporti e infrastrutture Vincenzo Ceccarelli -, procederemo con la stipula del contratto, sottoposto ad efficacia differita, all’avvio del servizio programmato per il 1 giugno prossimo”. Continua a Leggere

Nuovo via libera alla gara dei bus. Vale 4 miliardi (la Repubblica – Firenze)

Repubblica1212 la Repubblica – 12 dicembre 2019 – di Ernesto Ferrara e Ilaria Ciuti – I francesi di Ratp ora si possono davvero prendere i bus toscani. La gara per la gestione unica del trasporto pubblico regionale su gomma ideata nel 2010, bandita nel 2015 e come nella migliore tradizione della burocrazia italica passata da una trafila di carte bollate durata oltre 1.200 giorni – arriva ora ad una svolta decisiva: il Consiglio di Stato ieri ha riconosciuto la legittimità della condotta e del bando della Regione Toscana, che ha affidato il servizio ad un`unica società, “Autolinee Toscana” (al 100% nelle mani colosso francese Ratp), respingendo tutti gli appelli proposti dall`altro partecipante, cioè “Mobit Scarl”, il raggruppamento dei gestori attuali -14 consorzi e 26 imprese toscane, da Cap ad Ataf a Linea – capeggiato da Busitalia di Ferrovie. E quasi dieci anni dopo l`inizio dell`epopea è una rivoluzione per 3 milioni e 700 mila toscani che vede la luce.

Leggi l’articolo

Ai francesi di Ratp la gestione bus toscani (Sole 24 Ore)

Sole4-5-2019Il Sole 24 Ore – 4 maggio 2019 – Dopo tre anni e mezzo di battaglia giudiziaria, la Regione Toscana ha aggiudicato ieri in via definitiva la gara europea da 4 miliardi di curo per la gestione dei bus urbani e extraurbani sul territorio regionale (io o milioni di chilometri all’anno per u anni) ai francesi di Ratp, il gruppo che si occupa del trasporto pubblico nell’area di Parigi […] Leggi tutto l’articolo

Trasporti: in Toscana servizio affidato ad Autolinee Toscane (ANSA)

ansa-700x366-precomposed(ANSA) – FIRENZE, 3 MAG – Pubblicato oggi il decreto di assegnazione ad Autolinee Toscane spa, azienda del gruppo francese Ratp, della gara unica regionale per il servizio di tpl su gomma in tutta la Toscana. La Regione, spiega una nota, ha decretato l’affidamento del servizio nel rispetto e in attuazione della sentenza della Corte di giustizia europea dello scorso 21 marzo, nonchè in attuazione dell’accordo firmato dalla Regione, At e Mobit (consorzio concorrente nel bando di gara) a dicembre 2017, in coincidenza con la stipula del contratto-ponte di due anni, in vigore fino al 31 dicembre 2019, che affidava la gestione del servizio di tpl in via transitoria. Tuttora aperto un contenzioso davanti alla giustizia amministrativa: a ottobre fissata l’udienza del Consiglio di Stato. La base di gara per il trasporto pubblico locale su gomma in Toscana è pari a 2,77 miliardi di euro per 11 anni di servizio. A questo si aggiungono 190 milioni circa per l’acquisto di nuovi mezzi. Il valore complessivo della gara, con i ricavi da biglietti e abbonamenti, è pari a circa 4 mld.

La Corte europea dà il via alla cordata di Autolinee Toscana (Il Tirreno)

Tirreno22-3-19 Il Tirreno – 22 marzo 2019 – di Samuele Bartolini – Autolinee Toscane 1 – Consorzio Mobit 0. Ieri i magistrati della Corte di giustizia europea hanno deciso. La partita a suon di carte bollate per aggiudicarsi la gara del trasporto pubblico locale l’ha vinta Autolinee Toscane. Tutto regolare per la corte del Lussemburgo. Autolinee Toscane ha vinto in maniera lecita la gara del 2016. Il fatto che sia partecipata dalla francese Ratp non è un motivo valido per escluderla. E la Regione potrebbe già affidare la torta da 4 miliardi di euro per 11 anni di servizio “tpl” ad Autolinee Toscane. […] Leggi l’articolo

Lombardi (Autolinee) “Dimezzeremo l’età dei mezzi usati in Toscana”

Lombardi-Repubblica-22-3-19la Repubblica – 22 marzo 2019 – di Ilaria Ciuti – INTERVISTA A BRUNO LOMBARDI, PRESIDENTE DI AUTOLINEE TOSCANE – “La Corte di giustizia europea ci riconosce tutti i requisiti per partecipare alla gara del trasporto pubblico toscano“, registra, soddisfatto, Bruno Lombardi, presidente di Autolinee Toscane (AT), l’azienda di Ratp che ha avuto l’aggiudicazione provvisoria dalla Regione.
Dunque se ora la Regione non vi desse l ‘aggiudicazione definitiva chiedereste i risarcimenti , come si dice?
«Il problema non esiste. La sentenza europea è cristallina, conferma quanto già espresso dal Tartoscano nell’ottobre 2016 come la serietà e la correttezza di questa gara.  Adesso si può solo dare seguito agli atti previsti, sottoscritti e concordati da tutti gli interessati, vedi l’articolo 4 del contratto ponte in atto che prevede l’aggiudicazione dopo la sentenza europea”. Leggi l’intervista…

L’ Ue dà ragione ai francesi servizio pubblico verso AT (la Repubblica – Firenze)

laRepubblica22-3-19 la Repubblica Firenze – 22 marzo 2019 – di Ilaria Ciuti – La sentenza numero C-350/17 della Corte di giustizia europea è arrivata ieri e dà ragione alla Regione: la concessione provvisoria del servizio di trasporto pubblico su gomma (tpl) sull’intera Toscana data nel 2015 e confermata nel 2017 dalla Regione a Autolinee Toscane (al 100% del colosso francese dei trasporti, Ratp) non ha secondo la normativa europea nessun vizio. In base a questa sentenza la Regione potrebbe procedere subito all’aggiudicazione definitiva. Leggi l’articolo